I vini prodotti con Uve Gamay del Trasimeno premiati tra i migliori al mondo

Si è tenuta in Sardegna la manifestazione internazionale ” Grenache du Monde “, evento nel quale sono state messe a confronto e valutate le migliori produzioni mondiali di vini realizzati con uve grenache ( si tratta di una tipologia di uva nomade che nel corso dei secoli si è via via diffusa in tutto il mondo, prendendo i nomi di Cannonau in Sardegna, Alicante o Garnacha in Spagna , Grenache in Francia. In Umbria è arrivata nel ‘700 e ha preso il nome di ” Gamay del Trasimeno’ ” oggi vanto ed orgoglio della Doc del Trasimeno).

I vini prodotti con Uve Gamay del Trasimeno premiati tra i migliori al mondoA questo evento di rilievo internazionale, al quale hanno partecipato oltre 500 cantine provenienti da tutto il mondo, con 684 etichette, ai vini prodotti con uve gamay del Trasimeno  sono stati attribuiti importanti e prestigiosi riconoscimenti. Le cantine della Doc del Trasimenopresenti con le loro etichette, erano 5: l’azienda agricola ” Coldibetto ” di Perugia, l’azienda agricola ” La Querciolana ” di Panicale , la cantina ” Madrevite “ e la vitivinicola ” Il Poggio “, entrambe di Castiglione del Lago,  e la cooperativa ” Duca della Corgna ” sempre di Castiglione del Lago.

Proprio due prodotti di quest’ ultima, nell’ ambito di tutti i vini dell’ Umbria partecipanti all’ avvenimento, hanno ricevuto due importanti riconoscimenti: medaglia d’oro per  il  “Divina Villa ” etichetta nera riserva del 2014 (vino già medaglia d’oro nel 2015 con l’annata 2011) e medaglia di bronzo per il ” Martavello ” rosato del 2015.

Carlo Corbacella, presidente della cooperativa ” Duca della Corgna “ di Castiglione del lago, ha espresso enorme soddisfazione per gli importanti riconoscimenti ottenuti, con un plauso particolare sia per il pool della cantina guidato da Lorenzo Landi, sia per lavoro eccelso svolto in vigna da tutti i soci; senza dimenticare al contempo il solido spirito di squadra che ha animato la delegazione dei produttori del Trasimeno, volenterosi di far conoscere ed apprezzare al mondo intero i prodotti di alta qualità delle meravigliose terre della regione dell’ Umbria.

Secondo Corbacella:

“Questa vittoria…dimostra che..l’ Umbria del vino è viva più che mai ed è in grado di esprimere produzioni capaci di competere su scenari internazionali ai massimi livelli: solo facendo squadra come ‘Umbria’ potremo essere in grado di portate queste ricchezze a tutti i consumatori del pianeta”.