Salone del Mobile 2017; l’ evento chiude i battenti registrando numeri da record ed una crescita dell’ industria dell’ arredamento firmato Made in Italy ( grazie anche al bonus mobili sancito dalla legge di stabilità 2017 )


Salone del Mobile 2017; l’ evento chiude i battenti registrando numeri da record ed una crescita dell’ industria dell’ arredamento firmato Made in Italy ( grazie anche al bonus mobili sancito dalla legge di stabilità 2017 )

Leggi - Normative , News & World Apr 11, 2017 No Comments

Si è chiuso lo scorso 9 aprile il Salone del Mobile 2017, evento di portata internazionale per il mondo dell’arredo e del design per aziende, che ha coinvolto operatori del settore e appassionati di tutto il mondo, interessando non soltanto la zona fieristica di Milano in senso stretto, ma bensì la città intera. Milano infatti quest’ anno, tra Salone e Fuorisalone, con i circa 1.500 eventi organizzati, ha attirato quasi 500 mila persone, realizzando un indotto turistico stimato in quasi 230 milioni di euro. Tutti concordi nel definire dunque la 16° edizione del Salone come quella dei record:  343.602 le presenze in 6 giorni, provenienti da 165 paesi diversi, con un aumento del 10% rispetto all’ edizione 2015 con le stesse biennali Euroluce e Workplace dedicate alla luce e all’ufficio . Un enorme successo non solo in termini di presenze e pubblico, ma anche commerciale e di immagine dell’Italia nel mondo, specie tenuto conto che della grandissima quantità di buyer presenti in fiera il 75% proveniva da paesi stranieri. Il successo del Salone si lega inscindibilmente alla città che lo ospita e al suo interland, parte importante di quella industria dell’arredamento che in tutta Italia comprende 29 mila aziende e dà lavoro a 131 mila addetti, che vale circa 20 miliardi e ne esporta oltre la metà, fiore all’occhiello del made in Italy nel mondo, e che è in continua crescita su quasi tutti i mercati internazionali.

Salone del Mobile 2017; l’ evento chiude i battenti registrando numeri da record ed una crescita dell’ industria dell’ arredamento firmato Made in Italy ( grazie anche al bonus mobili sancito dalla legge di stabilità 2017 )

Assolutamente necessario un riferimento al bonus mobili, agevolazione fiscale sancita dalla legge di stabilità 2017 che permette di detrarre dall’ Irpef il 50% del prezzo d’acquisto degli arredi abbinati ai lavori di ristrutturazione; si capisce bene come tale bonus abbia giocato e giochi tuttora un ruolo determinante nella crescita del mercato interno dell’arredamento.
Negli ultimi anni questo mercato ha fatto segnare delle fasi alterne: dopo infatti un crollo di quasi il 40% tra il 2007 e il 2014, ha invertito la rotta nel 2015 e registrato poi un importante consolidamento l’anno scorso, con una crescita del 3,1% a quota 9,8 miliardi di euro!
Quanto all’ utilizzo del bonus mobili, secondo un’ analisi de Il Sole 24 Ore, sulla scorta dei dati delle dichiarazioni dei redditi 2016 (anno d’imposta 2015), nei due anni e mezzo della sua applicazione l’ agevolazione è stato utilizzata da 573 mila contribuenti italiani, che hanno così contribuito a generare acquisti di mobili e grandi elettrodomestici per un totale di 3,14 miliardi di euro, ( spesa media di 5.472 euro ).  La stessa analisi segnala tuttavia un assestamento dei nuovi beneficiari della detrazione: nel 2014 se ne erano aggiunti 202 mila, nel 2015 sono stati 197 mila (-2,8%). Sempre nel 2015 tuttavia, la spesa portata in detrazione è comunque aumentata (+4,1%), così come l’importo medio dello sconto fiscale, pari a 297 euro, per una spesa media di 5.940 euro. In conclusione quindi possiamo sostenere come il bonus mobili abbinato alle ristrutturazioni abbia trovato una propria dimensione naturale e che le regole, per come sono attualmente definite, non consentiranno una grande crescita ulteriore. Un altro dato su cui riflettere è quello secondo cui tra il 2013 e il 2015 l’utilizzo del bonus mobili è cresciuto meno della detrazione sui lavori edilizi, cui deve essere per forza abbinato (+13,7% contro +17,5%).

.

 

 

 


Chiara Peppicelli

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi